Ricette e sapori per scoprire l’Agnello d’Alpago Presidio Slow Food

Si terrà sabato 29 agosto 2020, presso il punto informativo del lago di Santa Croce a Farra d’Alpago un evento organizzato nell’ambito del progetto SHEEP AL.L. CHAIN dal titolo “Ricette e sapori per scoprire l’Agnello d’Alpago Presidio Slow Food”. Le lezioni di cucina saranno l’occasione per scoprire, e riscoprire, la pecora Alpagota e l’Agnello d’Alpago, alimenti non solo ricchi di sapori e tradizioni, ma anche testimonianze del territorio di cui sono un vero presidio. La partecipazione alle lezioni di cucina è gratuita, ma i posti sono limitati.

L’evento

Le lezioni di cucina del 29 agosto saranno suddivise in due diversi turni, il primo inizierà alle 10.00, mentre la seconda alle 16.00. In entrambi i momenti tre ricette diverse, per un totale di sei piatti, da due cuoche dell’Associazione Insegnanti di Cucina Italiana (AICI), che vi racconteranno come riproporre nelle vostre case questo incredibile alimento, diventato anche Presidio Slow Food.

Nel primo turno verranno realizzate:

  • Polpettine di pecora con due salse + insalata di erbe spontanee,
  • Coratella con le uova e crostini neri
  • Costolette di agnello allo zafferano.

Nel secondo turno, invece:

  • Tortelli di erbe con ragù di agnello,
  • Agnello al limone con purè mantecato con olio e basilico
  • Agnello alle albicocche secche e riso pilaf
Come iscriversi

La partecipazione alle lezioni di cucina è gratuita, ma è necessario iscriversi cliccando sul turno al quale si preferisce partecipare.

È possibile iscriversi ad una solo sessione e massimo due persone per nucleo familiare.

A ciascuna sessione potranno partecipare al massimo 20 persone.

Turno delle ore:

Le Insegnanti

Le maestre AICI si sono da sempre distinte per la loro professionalità e per il loro modo di insegnare, con entusiasmo e competenza, le fondamentali tecniche di cucina. Tramandano la cultura e le ricette della tradizione, con rigore e nel rispetto delle regole, ma con un occhio attento alle nuove frontiere della gastronomia. Sempre aggiornate e al passo con i tempi, raccontano la cucina italiana anche all’estero, partecipano attivamente a programmi televisivi, collaborano con testate giornalistiche, scrivono libri.

A tenere i due momenti del cooking show sarà Angela Schiavina che può essere descritta con due parole: cibo e architettura. Parole che illustrano la storia professionale di Angela, profeta del wedding, del catering e dell’ospitalità della buona e bella tavola, quando ancora erano parole e concetti sconosciuti.

Seguendo la vocazione di famiglia si occupa poi dell’azienda agricola paterna, rinnovando con grande creatività gastronomica la cucina di tradizione, ricercando prodotti dimenticati italiani di eccellenza e qualità.

Il suo “Laboratorio di Cucina”, nato nel 1986 da pluriennali ricerche, esperienze e risultati sul “tema del mangiare”, si è sviluppato e innovato negli anni proponendo piatti della grande gastronomia regionale, insieme ad una consulenza nuova ed efficiente che ha unito sperimentazione, cibo, decorazioni, apparecchiatura della tavola, armonia dei colori, fusione dei cibi con i vini; centinaia di eventi realizzati in quarant’anni di professione nelle case, nei giardini, per pochi amici o per importanti cerimonie, in palazzi di rappresentanza, in ville di campagna e in tanti altri luoghi suggestivi d’Italia.

Scarica la locandina per maggiori informazioni.

Lascia un commento

Your e-mail will not be published. All required Fields are marked